p2p-lending – Kuetzal truffa gli investitori

p2p-lending – Kuetzal truffa gli investitori

Scuote il settore del p2p-lending la notizia di Kuetzal che truffa gli investitori.

La società Kuetzal appartiene alla vasta categoria delle piattaforme di p2p-lending, leggasi peer to peer lending. Rappresenta cioè un intermediario che mette in contatto piccoli o medi investitori con i richiedenti il presito. I notevoli guadagni promessi hanno attirato molti investitori. Il numero di queste piattaforme negli ultimi anni è cresciuto con un ritmo sostenuto, in quanto offrono la possibilità di ottenere guadagni notevoli, dal 10% al 20% annuo all’incirca.

Questi guadagni non sono esenti da rischio , e anzi in alcuni casi il rischio è piuttosto alto, in maniera proporzionale con l’interesse.

Il caso Alborg Petrol

Fino a poco tempo fa però non si è sentito di grossi problemi legati a questo tipo di piattaforme, fino a che un’indagine promossa dalla piattaforma explorep2p.com ha svelato pesanti dubbi circa la leicità di uno degli investimenti promossi sulla piattaforma kuetzal – The Alborg Petrol.

In estrema sintesi sembrerebbe che questa società non esista, o che sia stata creata con il solo scopo di racimolare denaro tramite la piattaforma Kuetzal. Il sito della società Alborg Petrol sembrerebbe fasullo e copiato da un sito di un concorrente russo, così come l’indirizzo della sede che sembrerebbe inventato.

Sembra quindi assodato che si tratti di una truffa.

Vi lascio qui l’indirizzo dell’articolo che vi invito a leggere

https://explorep2p.com/alborg-petrol/

Ma cosa centra in tutto questo la piattaforma Kuetzal, e di cosa sarebbe responsabile? Kuetzal non ha eseguito evidentemente un’opportuna due diligence, o verosimilmente non l’ha eseguita per niente. Per questo motivo molti investitori si sono rivolti all’ECN – European Crowdfunding Network

https://eurocrowd.org/2020/01/09/ecn-reports-kuetzal-to-national-conduct-authorty/

il quale ha preso contatto con gli amministratori di Kuetzal in difesa dei numerosi investitori.

A seguito di queste azioni, a Gennaio 2020, gli investotori di Kuetzal hanno ricevuto questa email:

Molti, probabilmente tutti, gli investitori di Kuetzal hanno scritto per chiedere il buyback di tutti i loro investimenti. Questa prerogativa che è prevista nel regolamento di Kuetzal, con una penalità del 10%.
In questo momento i conti correnti della piattaforma sono stati bloccati. La piattaforma, anche volendo, non potrà restituire il denaro agli investitori, finché non avrà dato tutti i chiarimenti richiesti.

Conclusioni

Il p2p-lending rappresenta a mio avviso un’ottima opportunità per investire parte del proprio denaro. Contrariamente però a chi destina a questa tipologia di investimento la totalità del proprio patrimonio o addirittura vi basa il proprio early retirement, ritengo che non sia una formula affidabile.
La truffa di Kuetzal a danno di migliaia di investitori del p2p-lending ha chiarito questo punto oltre ogni dubbio.
Immaginare di investire a lungo termine ingenti somme, sia in termini percentuali rispetto al proprio patrimonio, sia comunque in termini assoluti, non rappresenta una scelta saggia.
Ecco che la truffa perpetrata da Kuetzal (piattaforma p2p-lending) scuote in maniera significativa la tranquillità di chi vi ha investito più del dovuto.

Prenota subito una coach personalizzata per analizzare insieme i tuoi obiettivi e capire come raggiungerli!

admin

Una volta raggiunta la tranquillità che ho rincorso per tutta la vita, con un buon stipendio e un ruolo da middle manager mi sono accorto che passare i miei giorni davanti ad un monitor non mi rendeva felice. Seguimi se vuoi condividere il mio percorso.

5 pensieri su “p2p-lending – Kuetzal truffa gli investitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *